Attacco Jinn Durante il Servizio Militare

Una storia vera accaduta durante il servizio militare. Una breve storia di un’esperienza jinn. La persona che ha raccontato la storia non ha condiviso la sua identità.

Era il mio ottavo mese nell’esercito. Un nuovo ragazzo era arrivato nella nostra unità. Era un ragazzo allegro e giocherellone… Quel giorno era il suo turno di guardia. Avrebbe fatto il turno di guardia con un altro amico più anziano nella parte dell’unità che si affacciava sulla foresta, che noi chiamavamo “lato posteriore”. Il lato posteriore era deserto, con vista sulla foresta. Il nostro amico più anziano, pensando che nessuno lo avrebbe notato, lasciò il nuovo ragazzo da solo a fare la guardia e andò a dormire lui stesso…

Prima che passasse un’ora, arrivarono degli spari da dietro. Quando ci siamo precipitati sul posto, la scena che abbiamo visto è stata la seguente: Il nostro nuovo ragazzo stava sparando verso la foresta come se si fosse perso. Gli afferrammo la mano e gli togliemmo la pistola. “Cosa stai facendo?”, gli abbiamo detto. “I jinn stavano celebrando un matrimonio e io ho sparato contro di loro. Mi uccideranno!”, ha detto. Quando gli abbiamo lasciato la mano, il ragazzo si è portato le mani alla gola e ha iniziato a strangolarsi, a piangere e così via…

Naturalmente, all’inizio abbiamo pensato: “Lo sta facendo per uscire dalle convulsioni”. Poi il ragazzo è svenuto. Lo portammo sul letto a castello e lo adagiammo, aveva gli occhi chiusi. Mi sono detto: “Forse è stato posseduto da un jinn“. Fammi leggere Nas – Felak [1]Nas e Felak sono due brevi suras del Corano. Si ritiene che leggere questi due versetti sette volte ciascuno tenga lontani i jinn.”. In quel momento mi trovavo a un’estremità della stanza, il ragazzo era immobile sulla branda con gli occhi chiusi…

Comunque, proprio mentre stavo per iniziare a recitare la sura Nas, il ragazzo iniziò a borbottare. Prima ancora che potessi muovere le labbra, il ragazzo si girò verso di me e gridò: “Zitto! Basta!”, ha gridato. Questo comportamento del ragazzo mi ha francamente spaventato molto. Perché avevo già iniziato a leggere la surah. Anche se avessi iniziato a leggere, era impossibile per lui sentirmi a causa della distanza che ci separava.

Con la paura di questo strano incidente, ho recitato Felak – Nas più e più volte fino al mattino. Alla fine, a malapena è tornato in sé. Dopo questo incidente, fu mandato in licenza. Non l’ho più visto dopo, spero che si sia ripreso.

Segui su Google News

References

References
1 Nas e Felak sono due brevi suras del Corano. Si ritiene che leggere questi due versetti sette volte ciascuno tenga lontani i jinn.
Keşfet

Leave a Reply