Piccoli Uomini

Un follower del nostro gruppo Facebook racconta la storia della strana morte dell’amica d’infanzia di sua madre, che era molto interessata ai demoni e al soprannaturale

L’amica di mia madre con un interesse per i djinns

Quando mia madre aveva vent’anni, aveva un amico che le piaceva molto: Vildan. Ma a Vildan non piaceva viaggiare e divertirsi come gli altri amici. Era molto chiusa in se stessa. Vildan era più interessato ai folletti, alle fate e agli eventi soprannaturali. Per quanto fosse stata messa in guardia dai suoi amici sui pericoli dell’interesse per questi argomenti, non poteva rinunciare a questa curiosità.

Secondo quanto mia madre apprese in seguito dai racconti delle altre amiche, un giorno era più preoccupata del solito con i jinn. Spesso diceva i nomi delle tre lettere [1]Tre lettere: Secondo una credenza diffusa in Turchia, menzionare i nomi dei djinn o persino pronunciare la parola djinn li fa venire nel luogo in cui vengono menzionati. Per questo motivo, invece di … Continue reading. Quando arrivò la sera, andò a letto come al solito. Quando tutti in casa stavano per addormentarsi, improvvisamente ci furono delle urla provenienti dalla stanza dell’amico d’infanzia di mia madre, Vildan!

Degli omini stavano cercando di rapirla

I genitori di Vildan, che si sono precipitati nella stanza della figlia con paura, panico e ansia, non sono riusciti, per quanto abbiano cercato di aprire la porta della stanza. Suo padre corse al piano di sotto e prese l’estintore. Ha colpito il vetro della porta con l’estintore. Ma quando ha colpito il vetro, l’estintore è volato indietro come una palla di gomma e ha colpito il muro. I genitori di Vildan sono entrati e hanno cercato di fare tutto il possibile per salvare la figlia. Ma qualunque cosa facessero, non riuscivano a entrare.

Vildan ha detto: “Lasciatemi in pace. Non andrò da nessuna parte con te”, stava gridando. I suoi genitori, che erano curiosi di sapere cosa succedeva dentro, le dissero: “Cosa c’è che non va in te, figlia mia? Chi sta facendo del male a lei? Con chi stai parlando?”, chiesero dall’altra parte della porta. Vildan disse: “Aiutatemi, piccoli uomini stanno entrando sotto la mia porta. Vogliono che vada con loro. Non voglio andare, salvami!” e queste furono le sue ultime parole.

Dopo che le urla sono cessate, hanno trovato il suo corpo nel cortile. Quella notte, Vildan si gettò dalla finestra della sua stanza all’ultimo piano della casa… O questa era la spiegazione più logica che si potesse trovare.

Segui su Google News

References

References
1 Tre lettere: Secondo una credenza diffusa in Turchia, menzionare i nomi dei djinn o persino pronunciare la parola djinn li fa venire nel luogo in cui vengono menzionati. Per questo motivo, invece di pronunciare la parola jinn, molte persone preferiscono dire il numero di lettere utilizzate nell’ortografia turca della parola per esprimere ciò che vogliono dire sul jinn.
Keşfet

Leave a Reply