Mostro con un braccio solo, una gamba sola e un occhio solo: Abasi

L’Abasi è una delle creature malvagie più strane della mitologia turca. Vive sottoterra, rapisce le persone ed è una creatura con un braccio, una gamba e un occhio.

Cosa significa Abasi?

Mostro con un braccio solo, una gamba sola e un occhio solo: Abasi
Mostro con un braccio solo, una gamba sola e un occhio solo: Abasi

L’Abasi è uno spirito maligno. È il nome dato alle creature con un braccio, una gamba e un occhio, che vivono sottoterra e possono rapire le persone. La stessa parola è conosciuta anche come “Abahi”, “Abazi”, “Abaki” in diversi dialetti turchi.

Caratteristiche interessanti dell’Abasi

L’Abasi è stato creato dal fuoco. Si ritiene che vivano sottoterra (in altre parole, all’inferno). Fanno del male alle persone. In generale, sono raffigurati con una gamba sola (o senza gambe), con un occhio solo e calvi. Si nutrono di carcasse. Qualsiasi creatura pericolosa e dall’aspetto disgustoso è ciò che è a causa di Abasi. Ci portano fuori strada, ci costringono a fare cose cattive e fanno impazzire alcuni di noi. Possono rapire l’anima di una persona.

Sono invisibili. Solo gli sciamani possono vederli. Non possono vedere nemmeno coloro che visitano il mondo sotterraneo dalla superficie (ad esempio gli sciamani). Camminano in fila uno dietro l’altro e diventano invisibili quando vengono in superficie.

Catturano gli uomini quando sono soli, non protetti, vulnerabili, malati o in difficoltà. Si ritiene inoltre che molti altri spiriti maligni, che appartengono alle specie abasi, facciano del male alle persone. I danni che possono causare possono variare.

Nella cultura popolare turca, gli spaventapasseri piantati nei frutteti sono chiamati “Abaki” e, oltre al loro aspetto spaventoso, sono associati a queste creature. In realtà, l’abaki (spaventapasseri da giardino) è nato con la trasformazione di statue, totem e pilastri simbolici che in passato venivano collocati nelle case e nei giardini per proteggere la famiglia dagli spiriti maligni. I tartari sostengono che gli spaventapasseri si animano di notte e vagano.

Tipi di abasi

Esistono due tipi di abasi:
Çak: Il diavolo
Çor: Djinn

Origine e significato della parola Abasi

In turco, questa parola viene utilizzata per definire la persona che rapisce una persona e significa anche insaziabile. Significa anche “aparmak” (rapire, portare via). Poiché la parola turca “apazlamak” significa afferrare, significa anche andare con il vento. La parola “abi” significa anima. È associata alla parola “av”, che in inglese significa caccia. In Anatolia, la parola “abaza” è una parola gergale e si riferisce a persone che non sono soddisfatte del proprio sesso o che hanno fame di sesso. [1]Deniz Karakurt, Dizionario dei Miti Turchi

Segui su Google News

Dipnotlar

Dipnotlar
1 Deniz Karakurt, Dizionario dei Miti Turchi
Keşfet

Yorum Yap