Come ho acquisito le mie capacità paranormali?

Storie paranormali – Ülkü İ. racconta la storia degli eventi paranormali che ha vissuto e di come ha acquisito capacità paranormali in seguito a questi eventi.

Abbiamo trovato un sacco di amuleti in casa

Storie paranormali – Voglio raccontarti un evento paranormale che ho vissuto nel modo migliore. Posso dire che la mia storia è iniziata quando avevo 6 anni. In quegli anni, mia madre e mio padre litigavano ogni giorno. Mia madre picchiava sempre me e i miei fratelli. A volte mi lanciava dei cuscini in faccia e gridava: “Muori adesso! Muori!”

In realtà, i miei genitori erano felicemente sposati. O la loro psicologia era incasinata a causa del deterioramento della loro relazione, o la loro relazione era incasinata a causa del deterioramento della loro psicologia. Mio padre iniziò a parlare da solo per un po’. Parlava come se ci fosse qualcuno davanti a lui. Trovammo molti amuleti [1]Amuleto: è un pezzo di carta solitamente scritto in lettere arabe, arrotolato a forma di triangolo, messo su un panno e che si ritiene contenga un potere religioso o magico, che protegge il … Continue reading quando mia madre lasciò la casa.

Posso solo fare delle ipotesi su chi ha preparato questi amuleti o sul motivo per cui li ha preparati e messi in casa nostra. Due possibili ipotesi: 1- Qualcuno potrebbe averli preparati per separare mio padre e mia madre con un incantesimo. 2- Mia madre, che non andava d’accordo con mio padre, potrebbe averli lasciati a casa per fare del male a mio padre. Considerando che mio padre ha iniziato a parlare da solo con il tempo, credo che la seconda ipotesi sia più probabile.

Dopo che mio padre e mia madre si sono lasciati, mia nonna gli faceva bere costantemente dell’acqua per aiutare mio padre a riprendersi. Era acqua benedetta [2]Acqua benedetta: È l’acqua che viene bevuta per lo più per scopi curativi o spruzzata sui luoghi in cui si desidera essere purificati spiritualmente. Viene preparata leggendo i versetti del … Continue reading. Ero giovane in quegli anni e la bevevo anch’io chiedendomi quale fosse il sapore dell’acqua benedetta. Era amara.

Tentai il suicidio a causa degli incubi

Dopo un po’ di tempo, ho iniziato a sperimentare cose che non riesco a spiegare. Nei primi anni della mia pubertà, ho iniziato a sperimentare la paralisi del sonno per tutto il tempo. Ogni notte. Dopo un po’ di tempo ho tentato il suicidio perché non riuscivo a sopportare questa tortura. anche una volta. Ho tentato il suicidio sette volte!

Sono cresciuta in queste difficoltà, mi sono sposata. Ho iniziato a sentire le voci quando ero appena sposata. Mia suocera mi portò da un hodja. Dopo il trattamento spirituale dell’hodja, migliorai per un breve periodo. I miei problemi iniziarono a scomparire. L’hodja mi diede un amuleto per la protezione spirituale. L’ho perso e credo che sia stato il motivo per cui ho ricominciato a sperimentare le stesse cose.

Vedevo i djinn nei miei sogni

Vedevo dei djinn nei miei sogni. Voci di origine sconosciuta mi dicevano: “Sei nella casa dei djinn”. Uno dei djinn che vedevo nei miei sogni voleva sposarmi. Mi diceva: “Non ti lascerò mai. Ti amerò molto”. Io recitavo Ayetel Kursi (!) come risposta. Vedevo sogni nei sogni…

A seguito di tutte queste esperienze, ho avuto problemi mentali. Iniziai a non ricordare nessuno. Pertanto, i miei parenti mi ricoverarono in ospedale. Mi sottoposero a un trattamento di elettroshock a scopo terapeutico. Tuttavia, ho iniziato a vedere delle creature a casa anche dopo essere stata dimessa dall’ospedale. Ora nessuno credeva in me. Tutti si prendevano gioco di me. Stavo attraversando un periodo molto difficile.

Un Hodja mi ha aiutato

Grazie alle mie ricerche, ho trovato un hodja su internet. Gli ho detto: “Aiutami!”. L’ho implorato. Era la prima volta che chiedevo aiuto a qualcuno. Grazie a Dio! Mi ha detto cosa devo fare per liberarmi dei problemi che ho e mi ha insegnato le preghiere che devo leggere.

Miracolosamente mi sono sentita sollevata e mi sono liberata dei miei problemi. Ho detto all’hodja che mi ha aiutato che “voglio aiutare le persone come me”. Volevo che mi insegnasse i suoi metodi. Lui non accettò. Si limitò a condividere la sua capacità di leggere. Grazie a Dio, sono riuscito a leggere il volto delle persone che avevo davanti. Riesco a capire se nelle case che visito ci sono incantesimi o fantasmi.

Ad esempio, un giorno ho visitato la casa di mio padre. Una voce mi disse: “Esci da questa casa!”. In casa c’era un vecchio cuscino. Mi recai in soffitta guidata dal mio istinto. Trovai quel cuscino e quando lo strappai, vi trovai un enorme amuleto. Ho distrutto quell’amuleto. In questo momento, sia io che mio padre stiamo bene…

Anche la casa del nostro nuovo vicino era piena di amuleti

Ecco un altro esempio che posso fare. Ci siamo trasferiti in una nuova casa. La nostra vicina che abita al piano di sopra è venuta a trovarci per darci il benvenuto. Dopo che se n’è andata mi sono sentita male. Ho iniziato a vedere delle cose in casa. Le mie mani erano congelate. Le mie dita tremavano. Vedevo quello che lei stava vivendo come un sogno.

Dopo un po’ l’ho chiamata e sono andato a trovarla a casa. Le dissi: “Porta a casa tutti gli amuleti”. Lei portò forse due sacchetti di amuleti. Le dissi: “Ne mancano ancora tre”. Lei disse: “No, questo è tutto”. Pregai e li bruciai. La maggior parte erano copie. Dopo due giorni, la donna portò anche gli altri amuleti. Mi disse: “Ho pagato molto per questi. Per questo non volevo darteli”.

Me ne occupai per circa due mesi. Sua figlia era una tossicodipendente e ha smesso. Ora sta lavorando per diventare un agente di polizia. La donna trascorre le sue giornate con la preghiera e il dhikr. Ora non si recano più in diversi hodja e credono nel potere di Dio.

Pagina iniziale * Esperienze paranormali * Segui su Google News

References

References
1 Amuleto: è un pezzo di carta solitamente scritto in lettere arabe, arrotolato a forma di triangolo, messo su un panno e che si ritiene contenga un potere religioso o magico, che protegge il proprietario dagli effetti nocivi e dalle malattie e porta il bene. A seconda dello scopo della preparazione, si crede anche che possa servire proprio per gli effetti opposti, di cui abbiamo parlato nella frase precedente
2 Acqua benedetta: È l’acqua che viene bevuta per lo più per scopi curativi o spruzzata sui luoghi in cui si desidera essere purificati spiritualmente. Viene preparata leggendo i versetti del Corano, che si ritiene abbiano effetti curativi, e pregando ad alta voce sull’acqua e soffiandoci sopra in seguito
Keşfet

Leave a Reply