3 Tombe Nel Campo

Yasin Yavuz ha raccontato ciò che è accaduto loro durante la passeggiata di mezzanotte nella foresta, dopo una conversazione con un jinn con i suoi amici, pensando “Forse incontreremo un jinn e sperimenteremo l’emozione”:

Passeggiata Notturna Nella Foresta

Circa 5 anni fa, a tarda sera, stavo chiacchierando con 6 amici, uno dei quali era un imam [1]Imam: Un funzionario religioso che guida vari rituali di culto islamico collettivo, in particolare la preghiera. Il luogo in cui eravamo seduti era una radura ai margini della foresta. Durante la conversazione, l’argomento si è trasformato in argomento e alla fine abbiamo iniziato a parlare di jinns. Il solo parlare di jinns non ha suscitato abbastanza paura o eccitazione. Usciamo nella foresta, ci siamo messi in cammino (pensando che forse avremmo incontrato un jinn…).

Comunque, vagavamo nella foresta, chiacchierando e chiacchierando, incoraggiandoci a vicenda (confesso che mi stavo un po’ fidando dell’amico imam). L’ora è circa l’01:00 di notte. Continuiamo ad avanzare nella foresta, ma allo stesso tempo abbiamo paura. Ma nessuno mostra di avere paura. La foresta era nera come la pece… Ci muovevamo in avanti con la luce dei nostri telefoni.

3 Tombe Aperte Nel Campo

Dopo aver camminato in questo modo per un po’, la zona boschiva è terminata e abbiamo raggiunto un campo erboso. Lì abbiamo scoperto 3 fosse a forma di tomba, profonde circa 1,5 metri, che immagino siano state scavate da cacciatori di tesori [2]La caccia al tesoro illegale è ancora molto comune in molte parti della Turchia. Di solito lavorano di notte. Ho immaginato che avessero scavato 3 fosse profonde circa 1,5 metri sotto forma di gravi. Dopo aver visto queste fosse, ho iniziato a spaventarmi. “È meglio tornare indietro adesso. Non facciamoci sparare alla cieca dai cacciatori”, ho detto ai miei amici. Ma gli amici accanto a me mi hanno ignorato e hanno continuato a esaminare i luoghi scavati con curiosità.

Voglio dire, ok, 3 tombe scavate in mezzo a un campo erano spaventose ma anche interessanti. Tuttavia, non ero sicura di cosa avessero trovato i miei amici in queste fosse da esaminare così tanto. Avrebbero trovato un tesoro o dei cadaveri lasciati in queste fosse o tombe aperte? Anche il mio amico Imam era chinato come gli altri, e osservava una delle fosse con occhi attenti.

Impatto Misterioso

Improvvisamente qualcosa colpì l’amico Imam al petto, ma in modo molto violento. Non potevamo nemmeno vedere cosa lo avesse colpito. Ma il suono dell’impatto è stato molto forte… Il mio amico è stato sbalzato indietro di 3 metri dall’impatto ed è caduto sulla schiena. È rimasto dove è caduto. Ci siamo bloccati tutti. Ho pensato che il mio amico fosse morto.

Se la cosa che ha colpito il mio amico fosse stata una sostanza fisica, sarebbe stato impossibile per noi non sentire il sibilo di un oggetto che viaggia a quella velocità. Inoltre, dopo l’impatto, quell’oggetto avrebbe dovuto in qualche modo rimbalzare o cadere a terra, proprio come il nostro amico. Non c’era nessun oggetto di cui si potesse dire: “È stato colpito da questo”.

La mia prima reazione involontaria è stata quella di iniziare a leggere Felak – Nas. [3]Felak – Nas: Si ritiene che queste due brevi surah del Corano, se lette 7 volte ciascuna, allontanino i jinn, il diavolo, ecc. nel luogo in cui vengono lette. Tuttavia, se dico “Kul euzu bi rabbil felak…” [4]Il primo versetto della Surah Felak, il resto non arriva. Dico “Kul euzü birabbin nas…” [5]Il primo versetto della Surah Nas. e il resto non arriva… Sa quando vive un incubo (in Turchia si crede che gli incubi siano causati dai jinn), è sveglio, vuole gridare, chiamare qualcuno o recitare una preghiera, ma non riesce a leggerla… Non riuscivo a pronunciare le surah che avevo memorizzato fin da bambino. Dopo aver letto i primi versetti di queste surah che conoscevo a memoria, mi sono bloccata come se avessi la lingua legata e non riuscivo a leggere il resto.

Così, passò circa un minuto. Dopo aver superato lo shock iniziale di questo evento inaspettato, abbiamo sollevato il nostro amico. Non era in condizioni così gravi come pensavamo. Era in grado di alzarsi e di camminare. Era solo un po’ stordito. Era anche un po’ scioccato, proprio come noi. Dopo aver sollevato il nostro amico in piedi, abbiamo detto, in preda al panico, “Andiamo via da qui” e siamo partiti.

Strani Suoni Parlanti Provenienti Dalla Foresta

Abbiamo iniziato a camminare sulla via del ritorno con tutta la nostra timidezza e il nostro silenzio. Camminammo per circa 150 metri, proprio quando ci stavamo avvicinando alla fine del campo e all’inizio della foresta… Sentimmo due persone parlare! Se fossero stati esseri umani! E allo stesso tempo abbiamo sentito dei suoni scoppiettanti provenire dalla foresta. Ci siamo fermati tutti nello stesso momento. Ci siamo guardati l’un l’altro. Questo silenzio spaventoso è durato per un po’. È difficile dire quanto sia durato.

Per assicurarmi che avessimo sentito tutti la stessa cosa, che ci fossimo fermati per lo stesso motivo, ho chiesto all’amico che camminava accanto a me perché si fosse fermato. Mi ha risposto che aveva sentito parlare. Sì, ora eravamo sicuri; non eravamo soli. Come precauzione istintiva, tutti noi abbiamo ascoltato i suoni provenienti dalla foresta. I suoni di conversazione continuavano ad arrivare…

Tuttavia, i suoni del discorso che sentivamo non erano nella nostra lingua, o meglio in una lingua che potevamo capire. Qualcuno o qualcosa pronunciava parole strane che non avevano alcun senso per noi, come “Arak vurak tırak…”, che ricordo ancora oggi, sebbene sia passato molto tempo dall’incidente. Un’altra voce pronunciò altre parole senza senso, come “Gara kuru daki madak…”, come in risposta a lui.

La Salvezza

L’imam ha iniziato a leggere (alcune preghiere di protezione). Dopo quello che avevamo appena vissuto, non era saggio entrare nella foresta. Ma era l’unico modo per raggiungere il punto in cui avevamo parcheggiato l’auto. La prima volta siamo entrati nella foresta ridendo, ora siamo entrati nella foresta per paura recitando preghiere**. Siamo usciti dalla foresta recitando preghiere. Alla fine abbiamo raggiunto la strada. Quando abbiamo raggiunto il nostro villaggio, la nostra casa, abbiamo parlato di ciò che avevamo vissuto fino al mattino, ma non siamo riusciti a giungere a una conclusione…

Segui su Google News

References

References
1 Imam: Un funzionario religioso che guida vari rituali di culto islamico collettivo, in particolare la preghiera
2 La caccia al tesoro illegale è ancora molto comune in molte parti della Turchia. Di solito lavorano di notte
3 Felak – Nas: Si ritiene che queste due brevi surah del Corano, se lette 7 volte ciascuna, allontanino i jinn, il diavolo, ecc. nel luogo in cui vengono lette
4 Il primo versetto della Surah Felak
5 Il primo versetto della Surah Nas.
Keşfet

Leave a Reply